• INTERVENTO DEL SEGRETARIO GENERALE DI ENTE FIERA PROMOBERG DR.LUIGI TRIGONA – CAMPIONARIA 2016

    Intervento di Luigi Trigona

    Segretario Generale di Ente Fiera Promoberg

    38a Campionaria: “Più smart, più smile”

    “Più intelligente, più sorridente”

    Sarebbe piaciuta a Gaetano Donizetti una fiera come la Campionaria. Per il suo spirito popolare, per quella sensazione, curiosando tra gli stand, di poter trovare e comprare di tutto, anche l’Elisir d’Amore. Che esista o no, non è dato sapere ma certo è che, guardando l’abilità commerciale di alcuni venditori, presenti e agguerriti, può sembrare che tra i padiglioni della fiera di Bergamo tutto quanto di più introvabile si possa comprare, sia in vendita qui.
    Una fiera che presenta una rivoluzione, ma soprattutto un’evoluzione del format di una tra le fiere più amate dal pubblico.
    La Campionaria si evolve, abbiamo chiamato questa edizione revolution ed evolution a metà tra evoluzione e rivoluzione, per diventare più intelligente, rivedendo e reinterpretando in chiave più flessibile e più innovativa un concept espositivo che ne ha decretato, da sempre, il successo.
    Rivoluzione ed evoluzione vanno a braccetto nel ripensamento strategico della manifestazione, considerata un appuntamento irrinunciabile per le potenzialità e le varietà espositive che sa esprimere e che le decine di migliaia di visitatori sanno cogliere.
    Potremmo chiamare la formula che proporremo per questa edizione, 2016, la numero trentotto, della sua lunga storia, come formula “ad alta concentrazione”. Di tempo, di novità e di sorprese.
    Il tempo si ridurrà, rispetto ai canonici 9 giorni proposti in passato; la Campionaria si svolgerà dal 28 ottobre al 1° novembre. Cinque giorni, di cui due festivi e due prefestivi che si tradurranno a tutto vantaggio dell’impegno logistico ed organizzativo degli espositori. Un risparmio di tempo e di risorse, cui però corrisponderà una maggiore propensione alla visita ed agli acquisti, tipica delle giornate prefestive e festive del periodo.

    La Campionaria delle novità si propone come un evento attento al mondo che cambia, alle sue tendenze, a quei settori che stanno modificando il nostro modo di vivere. Quindi più eco, più bio, più smart, appunto, con la proposizione di ambiti e settori che determinano un nuovo e più consapevole approccio alla nostra vita, alle nostre città e più in generale, all’ambiente che ci circonda.
    Sarà una Campionaria “emozionale”, perché una fiera deve lasciare in chi la visita anche il ricordo di un’emozione. E perché, l’esperienza si traduca nella voglia di tornare alla prossima edizione, si alterneranno momenti ed eventi che favoriranno la partecipazione dei visitatori. Una interattività espositiva capace di rendere il visitatore il protagonista di una Fiera che ospiterà 200 imprese in rappresentanza di 30 categorie merceologiche.
    Accanto a queste connotazioni, strettamente commerciali, ce ne sono altre che potremmo definire “emozionali”.
    Per il secondo anno poi torna lo spazio dedicato alle Start Up imprese protagoniste con l’Università di Bergamo in una sorta di competizione che favorisce la nascita e lo sviluppo di nuove idee di impresa. Un’iniziativa che esalta le potenzialità territoriali e, in particolare dei giovani, nel segno della novità che è il tratto distintivo, da sempre della Campionaria.
    Accanto a questi elementi, anche lo spettacolo che ripropone in tutte le giornate di svolgimento, la presenza di personaggi e situazioni molto amate dal pubblico bergamasco, in particolare. In quest’ottica si rivela strategica, ancorchè gradita la collaborazione con il gruppo Sesaab-Eco di Bergamo che ha focalizzato all’interno della manifestazione personaggi noti dei palinsesti radiofonici e televisivi di radio Alta e Bergamotv e il consueto e collaudato spazio di Eco Cafè.
    Tra gli stand istituzionali, ricordo anche quelli bancari, Ubi Banca Popolare di Bergamo e Banco Popolare-Credito Bergamasco che ben si innestano ed interpretano con le loro ambientazioni che si rinnovano ogni anno lo spirito popolare della Campionaria che con la presenza di alcuni stand per bambini, si lega con un fil rouge a Lilliput, un altro fiore all’occhiello di Promoberg.

    Bergamo, 25 ottobre 2016

Author: